Caricamento...

C'è Frantoio e Frantoio

Il frantoio di Croci è nato nel 2004, con l’idea di realizzare un frantoio a conduzione familiare che privilegia la qualità rispetto alla quantità e alla resa delle olive. Se è vero che per ottenere un ottimo olio ci vogliono innanzitutto delle olive sane, di qualità, raccolte nel punto giusto di maturazione e frante nel più breve tempo possibile, è anche altrettanto vero e doveroso capire che il frantoio incide per il 50% sulla qualità dell’olio.

Eccellenza certificata

Certificazione IGP
Certificazione Biologica

Ciclo continuo…

Se fino a pochi anni fa si ricercava la qualità nell’olio andando a frangere in frantoi moderni a ciclo continuo al posto di quelli a pietra, oggi non basta più…

…ma non solo.

bisogna fare un ulteriore scelta, andando a cercare si frantoi moderni a ciclo continuo, ma che adottano macchinari di ultimissima generazione

per ottenere il massimo

Per questo tutti gli anni presentiamo le ultime innovazioni tecnologiche introdotte nel mondo oleario al fine di ottenere il massimo in termini di qualità per il nostro olio e per quello dei nostri clienti.

La nostra scelta…

Sistema di pulizia e lavaggio con ricircolo di acqua pulita, frangitori con possibilità di variare la velocità di frantumazione delle olive, modulo di condizionamento termico per abbattere la temperatura di 10°C quando la T° è elevata nei momenti iniziali della raccolta, gramole in atmosfera controllata con controllo costante della temperatura, possibilità di scelta tra centrifuga a 2 fasi e a 3 fasi, filtraggio a cartoni e conservazione olio sotto argon.

Tradizionale o denocciolato

Frangitura Tradizionale

Le olive inizialmente passano in dei macchinari dove avviene la pulizia e il lavaggio, quest’ultimo dotato di  impianto di ricircolo acqua. Le olive successivamente sono macinate da un frangitore a coltelli con di inverter in modo da variare i giri e la velocità di frantumazione delle olive, grazie al quale possiamo, in base all’oliva e al suo grado di maturazione, intervenire sulla parte volatile (profumi) e aromatica (fruttato leggero,medio,intenso) a seconda del tipo di olio che vogliamo ottenere. Dopo la frantumazione delle olive la pasta prima di raggiungere le gramole passa da un modulo di condizionamento della pasta, la quale viene raffreddata e portata a temperatura di 18°C ottenendo cosi la riduzione della degradazione dei composti fenolici e/o l’incremento della formazione dei composti volatili nell’olio extra vergine. La pasta ottenuta viene mandata nelle gramole in atmosfera dove  viene lavorata per circa 20/30 minuti a una temperatura controllata che varia dai 24 ai 28°C. Grazie a queste gramole di ultima generazione la pasta non è a contatto con l’ossigeno e quindi non abbiamo ossidazione. Quando la pasta è pronta passa alla centrifuga. Il frantoio è dotato di 2 centrifughe, una a 3 fasi e l’altra a 2 fasi. La Centrifuga a tre fasi separa la parte solida(sansa), l’ olio e l’acqua. Con questa macchina, di ultimissima generazione, riusciamo a lavorare in maniera ottimale anche le partite più piccole di olive, non perdendo resa e a lavorare con poca acqua in entrata ottenendo così un olio più amabile e pulito. Nella Centrifuga a due fasi invece si separa la parte solida (acqua e sansa) e il “mosto oleoso” lavorando senza acqua riusciamo ad ottenere oli ricchissimi di polifenoli dal gusto più deciso e intenso.Da qui l’olio passa poi al separatore che lavora in assenza di acqua e ha il compito di ripulire l’olio da impurità. Successivamente avviene la Filtrazione con cartoni di cellulosa dove eliminiamo tutte quelle sostanze che andrebbero a alterare lo stato di conservazione dell’olio.. Con questi termina il ciclo

Frangitura denocciolata

Al posto del frangitore abbiamo anche un denocciolatore che separa il nocciolo dalla polpa delle olive. Con questo metodo otteniamo un olio con minor acidità, e una conservazione migliore. Siamo in pochissimi in Toscana ad effettuare questo tipo di frangitura utilizzata
soprattutto per ricavare dal nocciolo nuove piante di olivo.